VERSIONE MOBILE
 Mercoledì 1 Ottobre 2014
PRIMO PIANO
RIUSCIRÀ FEDERER A VINCERE UN ALTRO SLAM ED A RESPINGERE L'ASSALTO DI NADAL AL RECORD?
  
  
  
  

PRIMO PIANO

ROLAND GARROS - Errani e Sharapova: un sogno per due

09.06.2012 01:22 di Iolanda Gambuzza  articolo letto 932 volte

E’ ormai tempo che il Roland Garros abbia una nuova regina, e che la coppa Suzanne Lenglen conosca la sua  nuova padrona: ancora poche ore e sapremo chi, tra Maria Sharapova e la nostra Sara Errani, avrà l’onore di alzare quella coppa per la prima volta.

E’ ormai il terzo anno consecutivo che lo Slam parigino premia le giocatrici italiane, prima con Francesca Schiavone (un titolo nel 2010, a spese di Samantha Stosur, e  una finale persa lo scorso anno da Na Li) e adesso con Sara Errani.


Sarita arriva a questa finale con un percorso che, nelle ultime due settimane, si è trasformato in una vera marcia trionfale: sorteggiata nella parte alta del tabellone, dopo due turni agevoli contro Casey Dellacqua (battuta per 4-6 6-2 6-2) e Melanie Oudin (battuta con un secco 6-2 6-3), la sorte le ha messo sul cammino ben  due campionesse delle passate edizioni dello Slam parigino. La prima è stata la serba Ana Ivanovic, vincitrice nel 2008 ed ex numero uno del mondo, che ha riservato una partita in salita all’azzurra, che è comunque riuscita a batterla in rimonta (1-6 7-5 6-3); di poco più agevole la prova contro la regina 2009, la russa Svetlana Kuznetsova, sconfitta con 6-0 7-5.


La prima vera impresa è arrivata però nei quarti, quando la Errani ha ottenuto il primo successo in carriera contro una top 10, la tedesca Angelique Kerber, sconfiggendola con 6-3 7-6(2). La semifinale l’ha vista curiosamente opposta alla stessa avversaria battuta dalla Schiavone in finale proprio a Parigi, l’australiana Samantha Stosur: sconfiggendola per 7-5 1-6 6-3 la Errani ha raggiunto la prima finale Slam della carriera. I record però non finiscono qui: Sarita è infatti la prima giocatrice, dopo Kim Clijsters nel 2003, ad avere raggiunto la finale di Parigi sia in singolo che in doppio. Se vincesse domani, diventerebbe la prima, dopo Mary Pierce nel 2000, a portare a casa la doppietta.


Probabilmente solo una cosa l’accomuna alla sua avversaria di domani: per entrambe sarà la prima volta in finale sullo Chatrier. Eppure la Sharapova di finali Slam se ne intende, avendone giocate ben sei: il bilancio è di tre vittorie (curiosamente tutte negli anni pari: Wimbledon 2004, US Open nel 2006 e Australian Open nel 2008) e tre perse (in Australia nel 2007 contro Serena Williams e nel 2012 contro Victoria Azarenka, a Wimbledon lo scorso anno contro Petra Kvitova).

La russa ha confermato le aspettative che la davano grande favorita della vigilia, con due titoli sul rosso (Stoccarda e Roma) e una ritrovata potenza nel suo gioco: a parte il match contro la Zakopalova, che l’ha costretta al terzo set, la siberiana ha lasciato solo le briciole alle avversarie, compresa la malcapitata Petra Kvitova, numero quattro del mondo, in semifinale. Proprio la vittoria contro la ceca ha permesso alla siberiana di riconquistare la prima posizione mondiale, dopo ben 209 settimane di digiuno e un infortunio alla spalla che ha fatto temere per la sua carriera.
Vincere a Parigi significherebbe per lei il Career Slam: sarebbe la decima giocatrice dell’Era Open a riuscire nell’impresa di vincere tutti e quattro i Major (l’ultima è stata Serena Williams).


Nonostante le due siano quasi coetanee e frequentino il circuito da molti anni, quella di domani sarà la loro prima sfida. Se in passato a una giocatrice si fosse chiesto su quale superficie  avrebbe preferito incontrare Maria Sharapova, probabilmente molte avrebbero scelto la terra rossa: lei stessa tempo fa si definì “una mucca sul ghiaccio”, in quanto si sentiva impacciata nei movimenti e non ha mai imparato a scivolare. Ne è passato di tempo da allora, Maria ha acquistato sicuramente maggiore mobilità e soprattutto sembra aver messo a posto il servizio che tanto l’ha fatta penare nel post-infortunio.


Proprio il servizio potrebbe essere la chiave della partita: la Sharapova ha dimostrato come spesso questo colpo le venga meno nei momenti importanti, inducendola a molti doppi falli, e inoltre la russa ha un lancio di palla molto alto, che le ha già creato non pochi problemi in caso di vento. Dal canto suo Sara sa, come dichiarato da lei stessa, di dover servire molte prime palle, cercando di evitare le risposte laser che spesso la russa trova, soprattutto con il rovescio. Non bisogna poi dimenticare che la Sharapova, pur essendo molto migliorata sotto questo punto di vista, soffre con le giocatrici che muovono molto il gioco: proprio il gioco creativo che Sarita ha messo in luce in queste due settimane potrebbe quindi domani regalarle il sogno più bello.

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO:

Court Philippe Chatrier 3:00 PM Start Time
1. Women's Singles - Finals
Sara Errani (ITA)[21] v. Maria Sharapova (RUS)[2]
2. Men's Doubles - Finals
Max Mirnyi (BLR)[1] v. Bob Bryan (USA)[2]
Daniel Nestor (CAN)[1] Mike Bryan (USA)[2]


Court Suzanne Lenglen 11:00 AM Start Time
1. Women's Legends - 4th Round
Martina Navratilova (USA) v. Lindsay Davenport (USA)
Jana Novotna (CZE) Martina Hingis (SUI)
2. Men's Legends Over 45
Mikael Pernfors (SWE) v. John McEnroe (USA)
Mats Wilander (SWE) Patrick McEnroe (USA)

Court 2 11:00 AM Start Time
1. Men's Legends Under 45 - 3rd Round
Cedric Pioline (FRA) v. Albert Costa (ESP)
Fabrice Santoro (FRA) Carlos Moya (ESP)
2. Girls' Doubles - Finals
Montserrat Gonzalez (PAR)[6] v. Daria Gavrilova (RUS)[2]
Beatriz Haddad Maia (BRA)[6] Irina Khromacheva (RUS)[2]
3. Boys' Doubles - Finals
Andrew Harris (AUS) v. Adam Pavlasek (CZE)[7]
Nick Kyrgios (AUS) Vaclav Safranek (CZE)[7]


Altre notizie - Primo Piano
Altre notizie
 

TENNIS CLUB ATHENEO, NUMERI E GRANDI NOMI PER LA NUOVA STAGIONE

L’avventura riparte, con il sorriso e l’impegno che sono prerogative per chi vive di passioni forti. Il Tennis Club Atheneo è una delle realtà più importanti che mette in mostra oggi il tennis campano. Paolo e Vincenzo La Cava sono partiti cinque ...

NADAL SU FACEBOOK AI FANS: "GRAZIE PER IL SOSTEGNO, SPERO DI TORNARE PRESTO"

«Grazie tanto per i vostri messaggi di sostegno, mi aiutano a lavorare per tornare prima possibile. Sto proseguendo nel...

WTA NEW HAVEN SU SUPERTENNIS 1°T: PENNETTA E GIORGII OK, ELIMINATA LA VINCI

Esordio positivo per Flavia Pennetta e Camila Giorgi nel "Connecticut Open", torneo Wta Premier da 710mila dollari...

SHANGHAI CHALLENGER - VANNI E FABBIANO UN SEMIFINALE

Thomas Fabbiano e Luca Vanni si sono qualificati per le semifinali del challenger di Shanghai, torneo da 50mila dollari...

DAVIS, AZZURRI A GINEVRA PER LA SEMIFINALE CON LA SVIZZERA: LIVE SU SUPERTENNIS

Prima giornata di allenamenti per la squadra azzurra in vista dell’incontro di Coppa Davis tra Svizzera e Italia valido...

AGIT, 54 PRIMAVERE E NON SENTIRLE: NAPOLI SI IMPONE NEL TENNIS DEI GIORNALISTI

Agonismo, gesto tecnico, preparazione fisica, concentrazione per giocarsi il punto, tutti i punti. Il tennis è tutto...
   Pianeta Tennis Norme sulla privacy